GUIDA DELLO STUDENTE

GUIDA DELLO STUDENTE

CALENDARIO ESAMI

CALEDARIO DELLE LEZIONI

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Agrarie
Accesso: libero (per tutti coloro che sono in possesso dei requisiti)
Il regolamento didattico del corso di studio prevede che vengano verificati i requisiti curriculari e l’adeguatezza della preparazione personale dei richiedenti l’immatricolazione.
I requisiti curriculari sono automaticamente posseduti dai laureati:
D.M. 509/99: nella classe 20 -Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali- e dai laureati della classe L 25 -Scienze e tecnologie agrarie e forestali- (D.M. 270/04)
Il possesso dei requisiti curriculari è invece da sottoporre a valutazione per i laureati in altre classi di laurea. La verifica della adeguatezza della preparazione personale, per coloro che hanno conseguito un voto di laurea inferiore a 100/110 si svolgerà in forma di colloquio o di test e verterà su argomenti specifici relativi alle seguenti discipline:
- agronomia
- difesa delle piante
- tecnologie agrarie
- fisica
- genetica
- fisiologia vegetale e animale
- chimica
- anatomia e zootecnia
- economia
- inglese
Gli argomenti verranno comunicati ai candidati (sito+email) almeno due settimane prima della prova Le prove verranno svolte da una Commissione formata dal Presidente, prof. Angelo Belliggiano, dal coordinatore del gruppo gestione della qualità, prof.ssa Maria Silvia D’Andrea e dal responsabile della segreteria didattica, Dott. Mimmo Polidori, presso la direzione del Dipartimento alle ore 15.00 nelle date che saranno comunicate ai canditati via email.
Immatricolazione con riserva e iscrizione ai corsi singoli
Lo studente che alla data di scadenza delle iscrizioni, non avesse ancora conseguito la laurea ma prevedesse di conseguirla entro e non oltre la sessione straordinaria dell’a.a. 2016/17 potrà comunque immatricolarsi (con riserva) alla Laurea magistrale in Scienze e tecnologie agrarie. Lo studente che invece dovesse conseguire la laurea nelle sessioni successive a quella straordinaria dell’a.a 2016/17 potrà vantaggiosamente optare per l’iscrizione ai Corsi singoli previsti nel secondo semestre (marzo-giugno 2018) del primo anno della Laurea Magistrale. Tali insegnamenti acquisiti come Corsi singoli potranno essere convalidati nell’anno accademico successivo (2018/2019), quando verrà permessa l’immatricolazione. Tale modalità permette quindi agli studenti in ritardo di “anticipare” gli esami rispetto alla regolare iscrizione al CdS. Le modalità e le scadenze dell’iscrizione ai Corsi singoli sono riportate nella Guida Amministrativa accessibile dal portale dell’Ateneo.
Durata Legale: due anni
Iscrizioni e: attraverso il portale dello studente dal 1 agosto al 16 ottobre 2017,
Sede: Campobasso
Dipartimento di riferimento: Agricoltura, Ambiente e Alimenti (Via De Sanctis, s.n. Campobasso)
Direttore: Prof. Raffaele Coppola
Presidente del corso di Studio: Prof. Angelo Belliggiano
Docenti di riferimento:
1 Colombo Claudio
2 Iannini Caterina
3 Iorizzo Massimo
4 Maiorano Giuseppe
5 Pilla Fabio
6 Salimei Elisabetta
Delegato per la Internazionalizzazione: Prof. Giuseppe Maiorano
Gruppo Gestione della qualità: Prof.ssa Caterina Iannini (coordinatore), Prof. Gino Ciafardini, Prof.ssa Elisabetta Salimei, Prof.ssa Antonella De Leonardis, Dott. Mimmo Polidori (responsabile segreteria didattica), Giulia Gelormino e Matteo Falcone (Rappresentanti degli studenti)
Info e contatti:
Presidente: Prof. Angelo Belliggiano e-mail: belliggi@unimol.it tel. 0874404884
Segreteria didattica:
Dott. Mimmo Polidori; e-mail: polidori@unimol.it; tel 0874404353
Rappresentanti studenti in seno al Consiglio aggregato in Scienze e tecnologie agrarie: Spicciati Sara; Falcone Matteo; Coppola Pierino; Gelormino Giulia; Mongillo Maurizio; Calisi Edoardo
STRUTTURA DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
Obiettivi formativi specifici:
L'agronomo deve possedere una buona conoscenza delle discipline scientifiche di base - acquisita nella laurea triennale - al fine di poter applicare la stessa nel processo di approfondimento delle discipline caratterizzanti, finalizzate alla gestione strategica dei processi biologici organizzati ai fini produttivi nell'azienda agraria e/o in altre attività connesse all'agricoltura.
Competenze acquisite
Funzione in un contesto di lavoro
1. Direzione, amministrazione e gestione di imprese agrarie.
2. Studio, progettazione e direzione di opere di trasformazione e di miglioramento fondiario.
3. Operazioni dell'estimo, in modo particolare la stima e i rilievi relativi ai beni fondiari.
4. Fitoiatria e alimentazione degli animali.
5. Analisi fisico-chimico-microbiologiche del suolo, dei mezzi di produzione e dei prodotti agricoli.
6. Studi di assetto territoriale e stesura di piani urbanistici e paesaggistici.
Competenze associate alla funzione:
Competenze funzione 1: Capacità organizzative e di coordinamento del personale, nonché, di analisi e valutazione economica.
Competenze funzione 2: Capacità di esprimere pareri tecnici e di redigere progetti, in particolare per ciò che attiene gli aspetti ambientali, economici e finanziari.
Competenze funzione 3: Capacità di esprimere pareri tecnici e di redigere relazioni di stima.
Competenze funzione 4: Capacità di esprimere pareri tecnici attinenti alla difesa delle piante e alla nutrizione degli animali.
Competenze funzione 5: Capacità di esprimere pareri tecnici sul suolo, i mezzi di produzione e i prodotti agricoli sulla base di riscontri analitici.
Competenze funzione 6: Capacità di approccio multidisciplinare e interdisciplinare, applicazione di strumenti di valutazione, stesura di pareri o di relazioni tecniche.
Sbocchi professionali (primi anni di impiego)
- Collaborazione con studi tecnico-professionali
- Supporto al management aziendale (assistenti)
Sbocchi professionali:
- Libera professione (Dottore agronomo – sez. A dell’Ordine degli Agronomi)
- Quadri o dirigenti delle imprese private
- Funzionari e dirigenti della PA
- Insegnamento
Percorso formativo del corso di laurea magistrale in scienze e tecnologie agrarie
Il percorso formativo è articolato in 12 insegnamenti (o prove d’esame), più una prova finale (Tesi sperimentale) cui vengono riservati 25 CFU. Le aree di apprendimento cui gli stessi possono essere ricondotti sono le seguenti:
a) area tecnico-ingegneristica;
b) area della gestione.
Nell'area a) rientrano gli insegnamenti dell'area agronomica (agronomia, pedologia, microbiologia agro-ambientale) e dell'area ingegneristica (idraulica e meccanizzazione agricola).
Nell'area b) rientrano invece gli insegnamenti della produzione (coltivazioni erbacee e arboree, zootecnia e miglioramento genetico, tecnologie alimentari), della difesa (patologia ed entomologia vegetale) e dell'economia applicata (economia agraria ed estimo rurale), con specifici approfondimenti riguardanti le biotecnologie (biotecnologia fitopatologica, metodologie e biotecnologie della riproduzione animale), il benessere animale (fisioclimatologia e benessere animale), la gestione sostenibile dell'ambiente agrario (gestione dell'avifauna e agroecosistemi vegetali).
Il percorso formativo prevede inoltre l’acquisizione di 12 CFU a scelta dello studente, mediante l’iscrizione ad insegnamenti liberi e/o attività di tirocinio (SCELTA CONSIGLIATA).
Le modalità e gli strumenti didattici con cui gli obiettivi formativi sono conseguiti prevedono lezioni frontali, esercitazioni, laboratori, visite tecniche e seminari.
PIANO DI STUDIO                                   OFFERTA DIDATTICA                                    TUTORATO                                    OPINIONI DEGLI STUDENTI                                 SUA - CDS