Scienze e Tecnologie Forestali e Ambientali

GUIDA DELLO STUDENTE

GUIDA DELLO STUDENTE

CALENDARIO ESAMI

CALENDANDARIO DELLE LEZIONI

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Forestali e Ambientali
Classe di appartenenza: LM-73 (Scienze e Tecnologie Forestali e Ambientali)
Accesso: libero (per chi è in possesso dei requisiti)
Il regolamento didattico del Corso di Studio prevede che siano verificati, da parte del Dipartimento A.A.A., i requisiti curriculari e l’adeguatezza della preparazione personale dei richiedenti la immatricolazione. I requisiti curriculari sono automaticamente posseduti dai laureati: D.M. 509/99: nella classe 20 - Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali - e dai Laureati della classe L 25 - Scienze e tecnologie agrarie e forestali - (D.M. 270/04) Il possesso dei requisiti curriculari è invece da sottoporre a valutazione per i laureati in altre classi di Laurea. L’adeguatezza della preparazione personale è riconosciuta se il richiedente ha conseguito un voto di Laurea superiore a 100/110, coloro che conseguono una votazione inferiore, dovranno sostenere un colloquio su argomenti stabiliti. Le prove verranno svolte, da una Commissione formata dal Presidente del Corso di Studio, dal prof. Andrea Sciarretta e dal Responsabile della segreteria didattica. Il colloquio verrà svolto, presso la direzione del Dipartimento nei giorni e con modalità riportate sul sito del Dipartimento.
Preparazione consigliata in ingresso:
• conoscenza delle principali tecniche selvicolturali e agronomiche di montagna;
• consapevolezza dei principali processi delle utilizzazioni forestali;
• possesso di strumenti logici e conoscitivi per comprendere il significato e le implicazioni delle basilari operazioni di pianificazione forestale ed ambientale;
• consapevolezza della complementarietà delle nozioni acquisite nelle diverse aree disciplinari, biologiche e tecniche, per la gestione sostenibile del territorio montano e del bosco;
• abilità nell’uso consapevole e proficuo di tecniche analitiche ed empiriche per la caratterizzazione degli ambienti forestali e delle aree protette;
• familiarità con le principali teorie economiche, dell’offerta, della domanda, della produzione, degli scambi, e delle stime;
• conoscenza e capacità di interpretazione delle principali norme di legge in campo forestale e ambientale;
• comprensione di concetti e metodi della trasformazione dell'industria del legno, capacità di operare nell’ambito di un sistema di certificazione secondo le normative nazionali e internazionali.
Durata Legale: due anni
Iscrizioni: attraverso il portale dello studente dal 1° agosto al 17 ottobre 2016
Immatricolazione con riserva e iscrizione ai corsi singoli
Lo studente che alla data di scadenza delle iscrizioni, non avesse ancora conseguito la laurea ma prevedesse di conseguirla entro e non oltre la sessione di febbraio 2017, potrà comunque immatricolarsi (con riserva) alla Laurea magistrale in Scienze e tecnologie agrarie. Lo studente che invece dovesse conseguire la laurea nelle sessioni successive a quella di febbraio 2017 potrà vantaggiosamente optare per l’iscrizione ai Corsi singoli previsti nel secondo semestre (marzo-giugno 2017) del primo anno della Laurea Magistrale. Tali insegnamenti acquisiti come Corsi singoli potranno essere convalidati nell’anno accademico successivo (2017/2018), quando verrà permessa l’immatricolazione. Tale modalità permette quindi agli studenti in ritardo di “anticipare” gli esami rispetto alla regolare iscrizione al CdS. Le modalità e le scadenze dell’iscrizione ai Corsi singoli sono riportate nella Guida Amministrativa accessibile dal portale dell’Ateneo.
Sede: Campobasso
Dipartimento di riferimento: Agricoltura, Ambiente e Alimenti (Via De Sanctis, s.n. Campobasso)
Direttore: prof. Raffaele Coppola
Presidente del Corso di Studio: prof. Roberto Tognetti
Delegato per la Internazionalizzazione: prof. Giuseppe Maiorano
Gruppo Gestione della qualità: prof. Antonio De Cristofaro (coordinatore), prof. Filippo De Curtis, prof. Fabio Lombardi, prof.ssa Lucia Maiuro, prof.ssa Antonella De Leonardis, Dott. Polidori Mimmo (responsabile della segreteria didattica).
Info e contatti:
Presidente: prof. Roberto Tognetti e-mail: tognetti@unimol.it; tel. 0874404186
Segreteria didattica:
Dott. Polidori Mimmo e-mail: polidori@unimol.it; tel 0874404353
Rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio aggregato di Tecnologie Forestali ed Ambientali e Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali:
Di Brita Aldo a.dibrita@studenti.unimol.it
Lombardi Gianni g.lombardi8@studenti.unimol.it
Colamarino Angelino Abcd46@live.it
Del Grosso Carmine c.delgrosso2@studenti.unimol.it
Lisella Concetta lisella.concetta@gmail.com
Obiettivi formativi specifici:
La Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali (STFA) è conseguibile con il Corso di Studi Interdipartimentale proposto tra il Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti e il Dipartimento di Bioscienze e territorio dell'Università degli Studi del Molise. Essa caratterizza un profilo specialistico, culturale e professionale, ai fini delle produzioni forestali e montane sostenibili, legnose e non, della tutela delle risorse primarie acqua e suolo, della programmazione e gestione delle aree protette, della conservazione della biodiversità, della valorizzazione dei prodotti tipici, nonché della protezione ambientale e civile, con riferimento alle condizioni fisico-ambientali e socio-economiche tipiche dell'ambiente forestale e montano. La Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali s'intende ulteriormente formativa, oltre che ai fini della professione nel settore forestale, anche per gli scopi previsti dalle leggi vigenti in difesa dell'ambiente, pianificazione territoriale, monitoraggio dei sistemi naturali e seminaturali. Il Laureato Magistrale opera a livello specialistico e tecnico anche su territori in pendio e sottoposti a differenti regimi di tutela con capacità professionale nell'analisi, nel controllo e nel monitoraggio degli sistemi agro-forestali, seminaturali, collinari e montani. Al termine del biennio, le sue competenze diagnostiche, relazionali e decisionali riguardano la progettualità e l'operatività negli interventi ordinari e straordinari di gestione e manutenzione degli ecosistemi forestali, di eco-certificazione dei prodotti e dei processi di pianificazione forestale polifunzionale, di protezione delle pendici, di restauro/ripristino/riqualificazione ecologico-forestale, di pianificazione pastorale, di prevenzione e lotta agli incendi boschivi, di lotta alla desertificazione e all'erosione, di biomonitoraggio del suolo e delle acque, di controllo del deflusso idrico e dei movimenti di massa, di promozione delle produzioni non-legnose, d'indirizzo ecoturistico, nonché nella realizzazione di costruzioni ed impianti d'ingegneria naturalistica e sistemazioni montane specifiche per la difesa dei territori. E' in grado di operare per la conservazione della biodiversità, la progettazione degli interventi nei sistemi forestali, la loro gestione e pianificazione, il miglioramento e la protezione delle risorse ambientali e naturali, la loro messa a produzione il mantenimento e la tutela della biodiversità floro-faunistica, anche con riferimento specifico alle aree naturali protette e ai loro meccanismi di governance, nonché di pianificare i siti natura 2000, parchi e riserve di livello nazionale, regionale o locale o di gestire e mettere a punto le reti ecologiche territoriali. Il Laureato è inoltre preparato a collaborare con le Pubbliche Amministrazioni, con i Servizi Tecnici nazionali o locali deputati alla tutela dell'ambiente e alle produzioni sostenibili, alla difesa del suolo e delle risorse locali, alla VIA-VI-VAS, alla manutenzione idraulico-forestale, alla Protezione Civile, e allo sviluppo turistico compatibile e consapevole. Il Laureato Magistrale in Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali svolge attività di pianificazione, gestione, controllo, coordinamento e formazione riguardo all’ambiente forestale e del territorio montano. Obiettivo fondamentale della sua attività è la gestione di funzioni professionali finalizzate al miglioramento costante delle forme di management ambientale in senso qualitativo e produttivo, nella garanzia della sostenibilità e dell'eco-compatibilità delle attività forestali polifunzionali, recependo e proponendo le innovazioni relative alle diverse opportunità professionali del settore. La sua attività professionale si svolge prevalentemente in ambito di distretti forestali montani e nelle aree interne, nelle aree protette, e in tutte le aziende collegate al complesso dei prodotti legnosi e non-legnosi, negli Enti pubblici e privati che conducono attività di pianificazione, analisi, controllo, certificazione, e in quelli che svolgono indagini per la tutela e la valorizzazione delle produzioni agro-forestali, negli enti di formazione, negli uffici studi e nella libera professione. In particolare, il Laureato Magistrale in Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali , al termine degli studi:
• possiede una solida preparazione di base, una capacità d'apprendimento che consente un aggiornamento continuo auto-diretto o autonomo e una buona padronanza del metodo scientifico, tali da renderlo in grado di ottimizzare e gestire progetti di ricerca o studio, relativi al management delle risorse dell'ambiente forestale e del territorio montano;
• è in grado di integrare le conoscenze e di formulare giudizi sulle diverse situazioni di contesto produttivo e di mercato, di programmare azioni e gestire la complessità degli interventi per migliorare la qualità dell'ambiente e l'efficienza della produzione forestale e di ogni altra attività connessa, anche in termini di sostenibilità ed eco-compatibilità;
• ha sviluppato attitudini personali alla comunicazione, chiara e priva di ambiguità relativamente a conoscenze, conclusioni e ratio ad esse sottese, al lavoro di gruppo multidisciplinare anche di livello internazionale e capacità di giudizio sia sul piano tecnico ed economico sia su quello umano ed etico;
• è in grado di utilizzare, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, preferibilmente l'inglese, con specifico riferimento ai lessici disciplinari;
• possiede gli strumenti cognitivi, gli elementi logici e la familiarità con gli strumenti delle nuove tecnologie informatiche che gli garantiscono un aggiornamento continuo delle conoscenze nello specifico settore professionale e nell'ambito della ricerca scientifica;
• può approfondire gli aspetti scientifici della ricerca di base e della ricerca applicata.
Sbocchi occupazionali
I Laureati in Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali potranno:
• operare nei settori di propria competenza con azioni di consulenza privata;
• assumere funzioni di responsabilità per progetti di gestione forestale, valorizzazione del territorio agro-forestale e dei suoi prodotti, recupero ambientale e conservazione delle risorse naturali, nelle istituzioni pubbliche e private;
• svolgere funzioni di coordinamento nelle istituzioni pubbliche e private.
Percorso formativo del Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Forestali ed Ambientali
Il percorso formativo nei due anni si articola su insegnamenti fondamentali e insegnamenti a scelta dello studente, propri di due macro aree:
1. Conservazione della natura: con gli insegnamenti di: Geografia fisica e geomorfologia, Patologia e micologia forestale, Zoologia forestale, Biodiversità ed aree protette, Ecologia del fuoco e lotta agli incendi boschivi, Tutela della specie e degli habitat.
2. Area della valorizzazione delle risorse territoriali con gli insegnamenti di: Estimo e contabilità ambientale, Inventari e rilievi forestali e ambientali, Lavori in bosco e tecnologie del legno, Zoologia forestale, Biodiversità ed aree protette, Gestione alimentare degli ungulati selvatici, Pianificazione forestale, Produzioni zootecniche montane, Tutela della specie e degli habitat.
Un congruo numeri di crediti a scelta dello studente è lasciato ad attività formative, sulla base di esigenze esplicitate dagli studenti e dal mondo produttivo/occupazionale. E' altresì prevista l'attribuzione di crediti a scelta su attività di tirocinio. Ulteriori crediti sono attribuiti alla preparazione e discussione della prova finale e alle conoscenze linguistiche. Le modalità e gli strumenti didattici con cui gli obiettivi formativi sono conseguiti prevedono lezioni frontali ed esercitazioni in aula, attività di laboratorio e attività pratiche, visite tecniche presso specifiche realtà produttive o professionali, seminari, verifiche di apprendimento, discussione di casi concreti o singoli lavori progettuali e di sperimentazione demandati a singoli o a gruppi di studenti.
PIANO DI STUDIO                                   OFFERTA DIDATTICA                                    TUTORATO                                    OPINIONI DEGLI STUDENTI                                   SUA - CDS